Focus on Momonì
Stories

I costumi di Games of Thrones

07 . 07 . 2018 di Redazione
Focus on Momonì

È la serie tv del momento: Games of Thrones, l’appassionante storia fantasy, giunta ormai all’ultima stagione, è ispirata al ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin. Un successo internazionale, con ascolti da record, che senza dubbio si deve alla bravura di registi e attori – ma non solo. Oltre alla storia, avvincente e accattivante, e ai personaggi, costruiti sin nelle più piccole sfumature del loro carattere, uno dei punti di forza della serie è l’attenzione e la precisione verso i dettagli. Il realismo passa anche attraverso i costumi di scena, sapientemente studiati e ricamati, senza lasciare neanche una cucitura al caso.

Michele Clapton

Non per niente, la designer Michele Clapton ha ottenuto per cinque anni consecutivi la nomination nella categoria ‘Migliori Costumi per una serie tv’, portandosi a casa due Emmy. L’anno scorso, invece, ha vinto nella categoria ‘Migliori costumi per una serie tv storica/fantasy, mini-serie o film’, per il suo lavoro nel finale di stagione. In televisione certi dettagli possono sfuggire, ma un occhio attento saprà catturare la presenza di quelle rifiniture, in cui un vero fan di Game of Thrones potrà anche trovare qualche spoiler. Ebbene sì, anche gli abiti parlano. I costumi di tutti i personaggi si portano dietro un sapiente lavoro, non solo manuale, ma anche concettuale della costumista Michele Carragher. In particolar modo, gli abiti femminili sono quelli che raccontano una storia, che seguono il personaggio nella sua crescita e danno allo spettatore un’anticipazione sulla sua evoluzione.

Daenerys Targaryen

Un esempio lampante di tutto ciò sono i costumi di Daenerys Targaryen. I primi vestiti sono semplici, sia nel colore che nella linea, simbolo della sua delicatezza e vulnerabilità. Dopo essere diventata la ‘madre dei draghi’ i costumi cambiano, viene creata una texture che richiama l’idea delle scaglie di drago, motivo ripreso più volte nel corso delle stagioni in differenti outfit. Nell’ultima stagione, la costumista ha continuato a sviluppare il concept dell’evoluzione di Daenerys, confezionando completi dalle forme più rigide, come si evince dalla spalline sempre più accentuate, di pari passo alla crescente forza e al potere della regina. Anche le tinte degli abiti sono più scure, ma le rifiniture rosse richiamano i colori della Casa Targaryen. Inoltre, Daenerys non si preoccupa più di nascondere i pantaloni sotto gli abiti, come farebbe una vera conquistatrice.

Catelyn Stark

Altrettanto degni di nota, i dettagli dei costumi di Catelyn Stark. Michele Carragher inseriva spesso nei suoi abiti, la figura dei pesci, sigillo del casato del personaggio, sia sotto forma di orpelli sia come ricamo nei colletti. Da notare i colori delle vesti: blu caldo e verde che simboleggiano l’onestà della famiglia Stark.

Sansa Stark

Sansa è uno dei personaggi che maggiormente cambia e cresce nel corso delle serie. Inizialmente indossa abiti kimono con ricami tipici delle donne di Approdo del Re. I costumi successivi sono segnati dalla perdita di speranza e desiderio di libertà, come si percepisce dal ricamo della libellula applicato all’abito. Una grande differenza rispetto agli ultimi costumi, scuri, completati da catene, cinghie di pelle e pellicce che rappresentano il gradino finale del suo percorso, che la vuole sempre più matura e consapevole.

Margaery Tyrell

I costumi creati per Margaery, di casa Tyrell, sono complessi e ammalianti proprio come lei. Apparentemente bella come una rosa, (simbolo della sua casata), nessuno sarà risparmiato dalle sue spine. Un caso eclatante di lavoro minuzioso e spettacolare, sia dal punto di vista manualistico che concettuale, è il suo abito da sposa, impreziosito da rami-rovi applicati intorno al punto vita, lo spacco invece, diventa una cascata di delicate rose argentee.

Cersei Lannister

Anche la regina dei Sette Regni, Cersei Lannister, ha subito una trasformazione. All’inizio della serie, indossava capi poco elaborati, che sono diventati sempre più ricchi di dettagli, ricamati e stampati, al crescere delle sue insicurezze. Nelle ultime due stagioni gli abiti della regina si sono avvicinati a colori sempre più scuri, che simboleggiano lo stato d’animo del personaggio, cupo e vendicativo.

Related Stories