Sorrentino festeggia il compleanno di Rinascente Tritone con 'Piccole avventure romane'
Apologia del tartufo, un patrimonio inestimabile per intenditori (e non solo)
New

World Pasta Day 2018: a Dubai per celebrare l’alimento del futuro

23 . 10 . 2018 di Redazione
Sorrentino festeggia il compleanno di Rinascente Tritone con 'Piccole avventure romane'
Apologia del tartufo, un patrimonio inestimabile per intenditori (e non solo)

La pasta: un piatto semplice, ma salutare. E amato in tutto il mondo. Tanto che ogni anno, il 25 ottobre, si celebra il World Pasta Day, con iniziative speciali ed eventi. La prima giornata mondiale della pasta, organizzata dall’IPO (International Pasta Organization) e da Aidepi, si è tenuta a Napoli nel 1998. Da allora, l’appuntamento si rinnova ogni anno in città diverse.

Il ventesimo World Pasta Day è in programma a Dubai, dove il consumo di pasta è cresciuto del 33% negli ultimi 5 anni: ci saranno convegni, degustazioni e show per promuovere un cibo straordinario, buono, salutare, nutriente, accessibile e sostenibile, da sempre un pilastro della dieta mediterranea, e riconosciuto come patrimonio culturale dell’umanità dall’Unesco.

Esperti e opinion leader saranno invitati ad approfondire gli aspetti scientifici, economici, tecnologici, culturali e gastronomici legati alla pasta di fronte a un pubblico internazionale formato da produttori e operatori della filiera, rappresentanti del settore economico, accademici, istituzioni e media, per riaffermare la verità sulla pasta partendo dalle sue radici e delineandone il percorso tra passato, presente e futuro.

A Dubai, la giornata comincerà alle 8 all’Auditorium Dubai Knowledge Village: si partirà subito con i convegni per parlare della pasta come cibo globale e delle sue proprietà benefiche per la salute. All’ora di pranzo, immancabile il pasta cooking show & lunch. Poi si tornerà a esaminare l’importante ruolo conviviale della pasta, capace di riunire le persone. “Il World Pasta Day sarà l’occasione per presentarla come il cibo perfetto per tutte le culture”, spiega Raffaello Ragaglini, segretario Generale di IPO, “vero e proprio alimento del futuro, che unisce al gusto e alla convivialità anche un approccio al cibo nel segno del benessere e della sostenibilità”.

Related Stories