Emporio Armani Boarding: il brand vola in Rinascente
Gli eventi più esclusivi dell’ultima MFW
New

Soccer: i campioni internazionali del calcio arrivano in Italia

20 . 09 . 2018 di Redazione
Emporio Armani Boarding: il brand vola in Rinascente
Gli eventi più esclusivi dell’ultima MFW
Cristiano Ronaldo

È l’acquisto più importante della storia recente del calciomercato italiano: Cristiano Ronaldo è la new entry di maggiore spicco del campionato di Serie A 2018-19. Il calciatore portoghese, ora attaccante della Juventus e della nazionale portoghese (di cui è capitano), è ritenuto uno dei migliori giocatori di sempre, ed è uno dei marcatori più prolifici di tutti i tempi.

Quando giocava nello Sporting Lisbona, Cristiano Ronaldo indossava la maglia numero 28. Nel 2003, ad agosto, la squadra affrontò il Manchester United e il giocatore si mise in mostra come mai prima. Tanto che, sull’aereo del ritorno, i Red Devils chiesero a Ferguson di comprare Ronaldo. Che lo fece. Ma decise che il talento dovesse indossare la maglia numero 7, quella che all’Old Trafford hanno vestito le leggende come George Best, Bryan Robson, David Beckham. È così che nacque CR7. Sigla, marchio, azienda.

Ronaldo è anche un punto di riferimento a cui si ispirano molti degli altri stranieri che hanno scelto l’Italia come meta della loro carriera.

Come il centrocampista del Napoli Fabian Ruiz, che in un’intervista a La Gazzetta dello Sport ha dichiarato: “È uno dei migliori del mondo e a chi ama il calcio fa piacere vedere i più grandi. L’arrivo di Ronaldo porta grande luce sulla Serie A e la cosa fa bene a tutti”.

Le new entry sono settanta, più cinque che saranno inizialmente aggregate in Primavera (e che sono Mohamed Said all’Empoli, Jordy Gillekens e Cristóbal Montiel alla Fiorentina, Idir Boutrif alla Sampdoria e Lazar Nikolić alla SPAL). Due di loro, Lorenzo Callegari e Vinícius, sono già stati girati in prestito.

Alcuni hanno già debuttato, e con successo. Il giovane attaccante del Genoa, il bomber polacco Krzysztof Piątek, 23 anni, è considerato l’uomo del momento e una tra le possibili rivelazioni della stagione in corso: ha esordito in campionato contro l’Empoli, segnando uno dei gol che hanno condotto alla vittoria. Al Cracovia aveva realizzato 32 gol in 63 partite, e anche in Italia sta dando il meglio.

O ancora Soualiho Meïté al Torino: il bilancio delle sue prime partite è stato assolutamente positivo. Un giocatore che ha dimostrato forza fisica e preparazione tecnica: centrocampista, si è conquistato il posto da titolare, e cercherà di tenerselo stretto.

Tra quelli che hanno già lasciato il segno positivo, anche i croati Dario Srna e Filip Bradarić (Cagliari), lo slovacco Samuel Mráz (Empoli), l’olandese Justin Kluivert (Roma), l’argentino Emiliano Rigoni (Atalanta), l’ex rossonero Kevin-Prince Boateng (Sassuolo). E su chi ancora non ha brillato, non esprimiamo giudizi: c’è tutto il tempo per rifarsi.

Related Stories