Alberta Ferretti: “Io, innamorata di Milano”
Rinascente a Roma, fra contemporaneità e fascino storico
New

Rinascente e Salone Satellite: spazio ai talenti del design

04 . 10 . 2017 di Redazione
Alberta Ferretti: “Io, innamorata di Milano”
Rinascente a Roma, fra contemporaneità e fascino storico
Pistacchi Design - Comma Stool/Chair

La sua storia lo conferma: da sempre, Rinascente sostiene e incoraggia la creatività e il talento dei giovani. E anche quest’anno, per la quinta volta, in partnership con il Salone Satellitevalorizza i progetti di nove designer under 35: i loro lavori troveranno spazio e potranno essere esposti e venduti al Design Supermarket di Piazza Duomo, a Milano, il luogo storico del design italiano da cui nel 1954 è nato il premio Compasso d’Oro. È una delle vetrine più autorevoli della città, dove i marchi più prestigiosi e già consolidati si affiancano alle novità del settore e alle tendenze più promettenti.

Questo è un anno speciale per Rinascente, che celebra i 100 anni da quando il poeta Gabriele D’Annunzio ha scelto il suo nome, e inaugura tra pochi giorni il suo secondo flagshipstore, a Roma nel cuore del centro storico. Ma lo è anche per il Salone Satellite, appuntamento consolidato del Salone del Mobile, nato 20 anni fa e, da allora, diventato un efficace incubatore di creatività. Quest’anno, con la curatela di Marva Griffin, il suo tema è ‘Design is…’: un incoraggiamento a valorizzare progetto, ricerca, studio e tecnica. Gli elementi chiave della professione del designer.

Ecco chi sono i giovani designer selezionati.

PISTACCHI DESIGN: Mike He, il suo fondatore, progetta oggetti della vita quotidiana con l’obiettivo di trasmettere, attraverso di loro, gioia di vivere.

LAURENT VERLY: Crea mobili dalle linee pulite e fluide, con dettagli ricercati e materiali sobri. Per rendere la vita più ‘leggera e comoda’.

MENDEL HEIT DESIGN LAB: Realizza prodotti innovativi, combinando produzione digitale e artigianale. Nelle sue lampade, l’arte del vetro soffiato si armonizza con le lavorazioni più tecnologiche, come la stampa 3D.

BOLD DESIGN: Usa il design per valorizzare i materiali tradizionali e il know how degli artigiani. La collezione di lampade, vassoi, specchi, vasi e portacandele riscopre la giada, e rivisita il suo utilizzo in chiave contemporanea.

CARNEVALE STUDIO: Progetti di design che nascono dall’esperienza di Jessica Carnevale, che ha lavorato con nomi come Marcel Wanders, Tom Dixon, Restoration Hardware, Alexandra Champalimaud, Habitat, Dwell Studio e West Elm.

FABRIZIO AVERNA: La ricercatezza dei dettagli e l’impegno a garantire la qualità sono i pilastri del suo lavoro.

MARIO PAGLIARO: Non servono colla né viti per assemblare i suoi mobili, sostenibilissimi, in betulla: bastano gli incastri. Perché semplificare significa ridurre costi e tempi di lavorazione, di montaggio, di finitura.

STUDIO VENTOTTO: La tradizione del design italiano si rinnova grazie ai nuovi processi industriali. Le lampade Filo e Ferro, caratterizzate da una struttura in filo metallico, diventano sempre differenti, in base a come cambia il punto di osservazione.

WOODIE MILANO: Ecco come lo stile italiano si combina con le soluzioni più all’avanguardia. Il risultato? Prodotti eleganti e utili.

Related Stories