Rinascente in via del Tritone: il party by Sorrentino
È magia da Rinascente, con Disney, Marvel e Star Wars
New

Il regalo di Natale di Palazzo Marino: la Sacra conversazione 1520

05 . 12 . 2017 di Redazione
Rinascente in via del Tritone: il party by Sorrentino
È magia da Rinascente, con Disney, Marvel e Star Wars
Tiziano, Sacra Conversazione, 1520

È un regalo di Natale all’insegna dell’arte e della cultura quello che Palazzo Marino fa ai suoi visitatori. In Sala Alessi, dal 5 dicembre al 14 gennaio, si potrà ammirare un capolavoro di Tiziano, la maestosa pala d’altare Sacra conversazione 1520 (Pala Gozzi), che proviene dalla Pinacoteca Civica Francesco Podesti di Ancona.

Dipinta nel 1520 dall’allora trentenne Tiziano per il mercante di Dubrovnik Luigi Gozzi, e destinata all’altare principale della chiesa di San Francesco ad Alto ad Ancona, la Sacra Conversazione è il primo dipinto firmato e datato di Tiziano a noi noto. La mostra è promossa da Comune di Milano, Intesa Sanpaolo, con il sostegno di Rinascente. È stata curata da Stefano Zuffi, che ci ha parlato dello straordinario valore di questa opera.

Perché è una mostra da non perdere?
“Perché è un capolavoro, realizzato in una fase molto importante per la vita di Tiziano e per lo sviluppo dell’arte italiana. L’opera è stata eseguita in un momento di grande affermazione dell’artista, che a 30 anni sta entrando nella sua maturità. È piena di un senso profondo di atmosfera, di luci, relazioni di sguardi, gesti ed emozioni. E ha segnato una svolta nella storia della pala d’altare. Ma c’è anche un’altra ragione per non perdersela”.

Quale?
“Testimonia la vicinanza di Milano alla città di Ancona, che sta rivestendo un ruolo di tutela delle opere d’arte messe in pericolo dal terremoto delle Marche. È un’attività silenziosa, ma preziosa e indispensabile, e questo è un modo per ringraziare Ancona della sua attenzione”.

C’è anche un notevole impianto illuminotecnico.
“Sì: è uno degli aspetti tecnicamente innovativi dell’esposizione. È curato dall’architetto Francesco Murano, con i faretti Luum della Lumen Center Italia. È un’illuminazione di carattere atmosferico, che restituisce la vibrazione calda caratteristica della pala”. 

Anche il retro della tavola è importante. 
“Sì, ci sono schizzi, bozzetti, alcuni dei quali certamente di Tiziano e, fra questi, il disegno preparatorio per il volto di Gesù Bambino. Sicuramente è l’occasione per guardare un’opera d’arte da una posizione inconsueta. Ma la parte più importante è quella davanti: si tratta di un dipinto su tavola, alto più di 3 metri, un’opera davvero monumentale”.

Related Stories