Rinascente, tornano le eccellenze di Sweet Easter
New

Da Rinascente l’arte incontra il verde

12 . 04 . 2019 di Redazione
Rinascente, tornano le eccellenze di Sweet Easter

Un’oasi magica, unica. Dove piante rigogliose e una varietà incredibile di fiori intrecciano la propria storia con lo speciale spazio che li accoglie. Tutto diventa bello e vivibile. In una parola, verde. È l’incantesimo di The Green Life, l’evento dall’anima eco che coinvolge gli store Rinascente invadendo con la propria magia gli spazi dello shopping, e non solo.

Si parte da Milano dove – fino al 22 aprile – design e green si incontrano nei progetti dell’artista olandese Sabine Marcelis, che con il suo The Boulevard svela l’anima verde della città. Sedici ulivi, disposti su pedane, realizzano un ‘boulevard’, appunto, tra lo store e il Duomo, creando un luogo dove poter passeggiare e ritagliarsi uno spazio di quiete sulle sedute progettate dall’artista. Un’installazione che omaggia la rigogliosa vegetazione italiana. The Boulevard guida le persone fuori dai loro percorsi abituali: di questi ulivi centenari si percepisce la storia, si sentono le radici.

Il cuore verde di Milano si manifesta anche nelle vetrine che si affacciano su piazza Duomo. Fino al 15 aprile si potranno ammirare anche le otto sculture in movimento, sempre di Sabine Marcelis, che ‘dialogano’ con The Boulevard: dischi di plexiglass trasparente, in colori sfumati, ruotano e fluttuano attorno a piante e alberi di specie diverse. La sovrapposizione tra le lastre di plexiglass crea una danza di colori e natura, tra sfumature cangianti in continua evoluzione.

 

E sono sempre le piante a plasmare l’immaginazione creativa di Sabine Marcelis, che per lo store ha dato vita anche a The Beauty of Plants, le due installazioni esposte al Design Supermarket e al quarto piano dello store, in cui si fondono arte e green e la natura incontra la creatività.

Basta volare poi fino a Roma, nel flagship di via del Tritone, per incontrare un altro progetto che è un vero e proprio inno alla natura: lì, il cavedio, l’Exhibition Area, il Palazzetto, l’ingresso su via dei Due Macelli e tutti i piani si trasformano in luoghi magici, dove prende vita un vero e proprio flower market con fiori e piante di ogni specie.

E per chi vuole essere ‘green’ anche a tavola, le food hall di Milano e Roma Via del Tritone puntano sul ‘green food’ proponendo menù speciali in limited edition. Da non perdere.

La suggestiva anima verde di The Green Life contagia anche gli altri negozi Rinascente, che presentano progetti ad hoc nelle vetrine e vivai e che propongono una ricca varietà di fiori e piante. Per celebrare il mondo eco, i brand design, food, fashion, beauty che fanno parte dell’offerta Rinascente organizzano allestimenti speciali e attività, per dare al pubblico l’opportunità di scoprire il mondo dei prodotti naturali ed eco-friendly, capaci di rendere migliore la vita di ogni giorno.

Lo store di via Largo Mazzini, a Monza, per esempio, partecipa alla seconda edizione del Fuorisalone di Monza, con progetti speciali e allestimenti a tema firmati Normann Copenhagen, Pols Potten, Qeeboo, Tala e Venini, mentre a Catania, da non perdere è la mostra fotografica di Giovanni Ruggeri che interpreta il tema ‘green’ in modo originale e sorprendente. Iniziative speciali anche a Torino: al terzo piano, fino al 22 aprile, si potranno acquistare i bouquet di Marino Fiori Garden.

Un affascinante percorso da non perdere, insomma, dal nord al sud dell’Italia, solo in Rinascente, per coltivare e promuovere la passione ‘green’.

Q&A con Sabine Marcelis

Da che cosa trae ispirazione la sua arte?
“La maggior parte delle cose belle sono fatte dalla natura. Gli effetti creati dalla luce del sole nel cielo, il modo in cui l’acqua si riversa nei fiumi sono importanti fonti di ispirazione”.

Che cosa rappresenta The Boulevard per lei?
“The Boulevard guida le persone fuori dai loro percorsi abituali. È un nuovo mondo, che si sviluppa all’interno della città, chiede di essere scoperto: il profumo e il tocco della natura sono lì per essere assaporati. Quando Rinascente ha deciso di portare queste antiche bellezze in città, ho pensato fosse perfetto contrapporre la loro bellezza a quella creata dall’uomo, come il Duomo di Milano, che si trova lì vicino”.

Quale emozione vuole suscitare nello spettatore con Plant Ballet e The Beauty of Plants?
“Nel mio lavoro, cerco sempre di creare un momento di stupore, di solleticare la curiosità. In Plant Ballet il setting cambia continuamente, i dischi colorati danzano interagendo con le piante e richiamano l’attenzione e, da oggetti di scena, diventano personaggi principali. Fermarsi ad ammirare le evoluzioni dell’opera permette di scoprirne il sottile fascino, la giustapposizione fra la bellezza naturale e quella creata dall’uomo”.

Come si inserisce il progetto Green Life nella Milano Design Week?
“La Milano Design Week era il momento giusto per presentarlo: è l’occasione in cui le opere di design vengono mostrate alla città, ed è essenziale presentare la natura sotto una luce importante, celebrare la forza e la bellezza della natura sull’arte”.

Related Stories