New

Aux Villes du Monde: da Milano a Bangkok, un lifestyle globale

28 . 08 . 2017 di Redazione

Shopping a Milano, un drink dall’alto di un rooftop di Bangkok, un caffè fumante nell’inverno di Copenhagen e una giornata per musei a Vienna… Ho fatto tutto questo negli ultimi 6 mesi. Mi sono svegliata all’alba davanti alle navi del porto di Amburgo per una riunione su Skype e scovato microbirrifici nei quartieri hipster di Monaco con un bavarese doc.

Non sono stata in vacanza, faccio la vita di tutte quelle persone che mi si sono sedute a fianco in aeroporto, davanti a un pad thai per la strada o in hotel a colazione, evidentemente così presto da venire da un fuso orario sbagliato almeno quanto il mio. Uomini e donne che aprono e chiudono valigie, chiamano “casa” ogni stanza di albergo e vivono, lavorano, mangiano, si divertono a qualunque latitudine – e lo vogliono fare solo come piace a loro. Viaggiatori? Per lavoro o per piacere, di sicuro non turisti. Cittadini del mondo.

Aux Villes du Monde è nato così: un progetto dedicato a 7 città iconiche dove vivere, per un giorno o per tutta la vita. Una luxury travel guide, un servizio di concierge in store e via WhatsApp e una App (scaricabile a questi link iOS e Android) per chi riparte e per chi resta, per chi cerca l’ultima novità di tendenza o vuole vedere per la prima volta i monumenti e i musei imperdibili, per chi ha famiglia o chi viaggia da solo.

Aux Villes du Monde è stile a 360°e unisce il lifestyle magazine digitale, dedicato alle città che hanno preso parte al progetto ad un servizio di concierge in store per consigli personalizzati e una App (iOS e Android) per vivere “the lifestyle you love”.

Attraverso l’applicazione dedicata ogni utente AVDM può prenotare un appuntamento con i concierge dei department store Aux Villes du Monde, vivendo al meglio l’esperienza in città e ricevendo inviti ad eventi, gift card e indirizzi esclusivi.
Una volta prenotato l’appuntamento attraverso l’applicazione, il tuo concierge sarà a disposizione in store per consigliarti le migliori destinazioni per i tuoi gusti e necessità – che tu abbia una sera libera in un viaggio d’affari o sia in vacanza con la famiglia in cerca di relax.

Da Milano si parte e da Milano si torna, Milano è casa. Milano però è soprattutto un carattere, uno stile, un modo di essere. I milanesi li riconosci subito, ovunque, da come vestono, da come camminano veloci, da come vivono: le riunioni convocate all’aperitivo, gli occhiali da sole il sabato mattina, le conversazioni che alternano il mito del lavoro all’argomento preferito: che cosa c’è di nuovo da fare in città?

 

I tuk tuk che sfrecciano suonando il clacson fra grattacieli scintillanti e il profumo delle papaya salad cucinate per strada dai venditori di street-food. Bangkok è la città dei contrasti, la nuova tigre d’Oriente e quella delle ghirlande di gelsomini, la notte dei rooftop e quella dei mercati, le vetrine delle boutique alla moda e i templi dorati dei monaci buddisti, del traffico e del silenzio. Dove sei impara a vivere a due velocità.

Per sapere chi sei, devi andare a Berlino. Perché “Ich bin ein Berliner”, siamo tutti berlinesi, perché questa è la capitale del Novecento, dell’Europa, della nostra storia. Berlino è un confine diventato il centro delle sottoculture urbane, in cui le cicatrici del passato si affiancano alle gru che ridisegnano incessantemente la città. Solida come l’acciaio delle volte di Postdamerplatz, o bohémienne come un cafè di Kreuzberg. Sexy come un film in bianco e nero con Marlene Dietrich.

 

A Copenhagen impari l’amore per le piccole cose, per i dettagli più semplici, per le tazze di caffè fumante quando fuori piove, per le candele davanti alla finestra, per il tepore dei caminetti. Pensi che sia tutto hygge, un lungo intimo inverno, poi ci approdi un giorno d’estate, quando il sole tramonta tardi e le strade sono invase di tavolini, birre ghiacciate e biciclette. A Copenhagen impari ad essere un po’ più danese, e un po’ più felice.

 

Vienna ha un lato ribelle, moderno e cosmopolita, ma non c’è verso, la colonna sonora migliore per passeggiarci è un valzer di Strauss: sembra di vivere in un film – o nel Concerto di Capodanno. È una città che tiene il ritmo, e lo fa ballando nei saloni in abito da sera e nei club in minigonna, sulle note dei dj. Perché Vienna non è solo eleganti caffè e fette di Sachertorte, ma würstel e champagne alle prime luci dell’alba.

 

Le luci del porto illuminano la notte, le navi attraccano, salpano, attraversano il mare in un lento balletto senza sosta: non c’è panorama più romantico di questo ad Amburgo. Questa Venezia del Nord è una metropoli, ma ha quel “non so che” che solo i porti conservano, anche se non ci sono più vele ma muletti e montagne di container. Basta saper osservare, moderni marinai passeggiano fianco a fianco di uomini in doppiopetto, artisti e designer.

 

Calcio, birra e auto, la Monaco delle cartoline è un paradiso al maschile, ma è solo un’immagine stereotipata. La città “più settentrionale d’Italia” ha un culto per la moda, il design, l’arte e vive una propria originale versione della Dolce Vita, fatta di cocktail bar, ristoranti stellati, club e stilisti emergenti. Una nuova Monaco, vera quanto i popolari biergarden, il folk bavarese e tutti quei brindisi per cui levare i boccali.

 

 

ENTRA NEL MONDO AUX VILLES DU MONDE

Aux Villes du Monde mette in connessione persone ma prima ancora ha riunito sotto lo stesso brand i luxury department store che hanno fatto la storia della moda, del design, della società delle proprie città e dei propri Paesi. Luoghi con secoli alle spalle e nuovi progetti all’avanguardia, un tempo si sarebbero chiamati centri commerciali, oggi sono concept store che definiscono uno stile e lo rendono accessibile.

Related Stories