New

Un'abbronzatura rapida e sicura: tutti i segreti per ottenerla

29 . 06 . 2018 di Redazione

Un’abbronzatura perfetta. È questo l’obiettivo primario che le donne sembrano voler conquistare con la bella stagione. Qual è, però, il modo migliore per rendere la pelle ambrata nel minor tempo possibile? Un primo consiglio è ricorrere agli acceleratori di abbronzatura, speciali attivatori in grado di stimolare la produzione di melanina e bloccare la formazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento. È indispensabile che gli acceleratori di abbronzatura si applichino mezz’ora prima dell’esposizione al sole e prima della crema solare: è questo il modo migliore per un risultato ottimale e garantito.

Occhio, anche, all’alimentazione. È molto importante, infatti, consumare alimenti ricchi di riboflavina e betacarotene che stimolano la produzione della melanina e alimenti ricchi di vitamina A, C, E, e di grassi insaturi. Conviene, quindi, fare scorta di frutta e verdura gialla, arancione e rossa, ma anche di sedano, cicoria, lattuga e mandorle. Il tutto da inserire in una dieta proteica che tenga conto dei carboidrati e degli acidi grassi insaturi (semi e olio di lino, olio di oliva, pesce e frutta secca). Attenzione, però, ai falsi miti. Come quello che dice che bere più birra aiuti ad abbronzarsi prima. Non è così: l’effetto è transitorio e l’illusione è data esclusivamente dal luppolo, responsabile di un processo infiammatorio dannoso a livello cutaneo ma capace di mimare un imbrunimento temporaneo.

Bisogna, inoltre, bere molta acqua, e preferire la doccia al bagno (il contatto prolungato con l’acqua favorisce, infatti, la desquamazione) per poi tamponarsi delicatamente al momento dell’asciugatura. Un altro consiglio è quello di applicare il burro di karité dopo il risciacquo, in quanto ricco di vitamine e sostanze nutritive ed emollienti. Per evitare, poi, che l’effetto abbronzante diminuisca, bisogna limitare i bagni in piscina (il cloro contenuto nell’acqua della piscina velocizza la perdita del colorito) e l’esposizione all’aria condizionata (meglio tenerla al minimo ed evitare il contatto diretto).

Un’attenzione particolare merita, infine, il viso, a cui è necessario dedicare maggiore cura. Oltre alle creme idratanti è bene, almeno all’inizio, affidarsi a solari con una protezione alta. Partire con la 50 per arrivare, gradualmente, alla 30 è il modo migliore per garantire un’abbronzatura di lunga durata e attenta a non danneggiare la cute.

Related Stories