Drexcode approda in Rinascente
Rinascente in via del Tritone: il party by Sorrentino
New

Aldo Coppola e Rinascente: fra design e bellezza

29 . 11 . 2017 di Redazione
Drexcode approda in Rinascente
Rinascente in via del Tritone: il party by Sorrentino

La prima volta che Aldo Coppola ha incontrato Rinascente è stato diciassette anni fa. “Era il 2000, ci chiamano per realizzare un servizio di trucco e capelli per un evento all’ottavo piano e lì mi chiedo: perché non lo trasformiamo in un salone di bellezza?”, racconta l’Hair Stylist Aldo Coppola Jr. Il progetto prende vita e nasce il primo grande atelier in un centro commerciale, uno spazio dedicato alla cura dei volumi e delle tinture a pochi metri dalle guglie del Duomo e dalle luci della Galleria. Da qui la voglia, nell’ottobre 2017, di dare vita a un salone moderno, al passo con i tempi e con le nuove tendenze. Lo spazio, dove la luminosità dei materiali si sposa con un design minimale e ricercato, è frutto dell’estro creativo dell’Architetto Anton Kobrinetz: “Abbiamo lavorato sull’armonia dello spazio soprattutto per rendere arte e gloria al Duomo che abbiamo di fronte”. I merletti della Cattedrale, infatti, si affacciano dalle grandi vetrate dell’atelier sui tessuti e gli specchi firmati Catellani&Smith e le scale di marmo bianco. Il salone è anche il primo ad avere un’area dedicata esclusivamente alla cura dell’uomo“È un ramo interessante. Il 10-15% della nostra clientela sono uomini e abbiamo deciso di investire in questo format”, continua Aldo Coppola, mentre la Hair Stylist Monica Coppola ci illustra l’idea di un gruppo forte, dinamico, attento alla celebrazione della bellezza più pura.

“Per noi le donne sono tutte uguali e tutte hanno la stessa importanza”, ci spiega Monica, convinta che la bellezza sia il punto cardine delle arti più nobili, dal capello che maneggia con cura all’architettura eterea nella quale si muove sinuosa. Di fronte a lei, specchi tondi e sedute a rose rosse di Edra, per un colpo d’occhio davvero straordinario. “Per me questo è il posto più bello del mondo, anche perché abbiamo davanti il Duomo”, continua Monica investita da una luce calda e  bianchissima. “La cosa fondamentale per noi è la ricerca e lo studio della geometria della testa. È importante indentificare la femminilità di ciascuna donna: nessuna è uguale all’altra, siamo uniche”, aggiunge l’Hair Stylist raccontando l’importanza di tecniche non invasive e sempre più ecologiche. “Da anni lavoriamo con Infusion, una nostra tecnica completamente naturale e legata a una graminacea che ci permette di passare da un bruno profondo a un biondo”. Una tecnica straordinaria che lavora sul colore come se fosse un’operazione di chirurgia estetica: aggiungendo o togliendo luce dove c’è bisogno di aprire o chiudere, “giocando con i toni di luce e ombra dove servono”. Quanto al taglio, Coppola ci confida cinque tecniche diverse per scalare i capelli e dare volume, “un modo per ottenere delle forme che piacciono molto sia alle ragazze molto giovani che alle donne un po’ più agée”. 

Un post condiviso da ALDO COPPOLA (@aldocoppola) in data:

Related Stories