Chiara Ferragni: gli abiti da sogno del matrimonio
Inspiration

Festival di Venezia 2018: i look più belli

10 . 09 . 2018 di Redazione
Chiara Ferragni: gli abiti da sogno del matrimonio
Dakota Johnson in Dior

Giunto alla sua settantacinquesima edizione, il Festival del Cinema di Venezia continua a far sognare. Non solo con splendide pellicole d’autore da ogni parte del mondo, ma anche con abiti sontuosi e ricchi di lavorazioni preziose firmati dalle più prestigiose griffe di moda che rendono le star che le indossano creature affascinanti e meravigliose.

Prima su tutte Cate Blanchett che ha sfoggiato un abito a sirena in velluto total black con “ali” di piume a contrasto firmato Armani Privé. Il fascino dell’attrice australiana è stato messo in risalto anche da un carré ondulato e da un trucco luminoso. Ma la linea a sirena sempre di Armani Privé è stata scelta anche dalla bellissima Sara Sampaio per un abito satinato con strascico e corpetto ricco di applicazioni dove a essere protagonista era un maxi fiocco en pendant. Red lipstick e capelli effetto bagnato il beauty look scelto per accompagnarlo.

Capelli lunghi a onde su un lato e abito fluido dalle sfumature metalliche firmato Alberta Ferretti i punti di forza della top model Izabel Goulart che ha esibito una scollatura vertiginosa per colpire nel segno. Mentre sono stati il pizzo color pervinca effetto lingerie di Ermanno Scervino e la pettinatura naturale a rendere davvero radiosa Annabelle Belmondo.

Le più scintillanti sono state però Naomi Watts in Dior e Kasia Smutniak in Givenchy. Entrambe con abiti midi in nero illuminati da cristalli e ricami e morbide onde acconciate ad arte.

E se Emma Stone ha catturato l’attenzione con un abito chiaro e prezioso targato Louis Vuitton e con un rossetto nude, più discreto è stato il mood di Clemence Poesy con un dress svasato in grigio con scollo a cuore e con un ‘no make-up’ perfettamente francese. Decisamente trendy anche le scelte di Carolina Crescentini, in un Gucci bicolore decorato con stelle luminose e accostato a un trucco che enfatizzava i suoi occhi di ghiaccio, e di Dakota Johnson, in un abito a tutto colore minimal e spettacolare allo stesso tempo creato dalla maison Dior, completato da un raccolto casual.

Ma il Leone d’oro dell’originalità spetta a due regine della provocazione: Tilda Swinton in un total look maculato di Schiaparelli virato al rosso, taglio corto androgino e rossetto infuocato, e Lady Gaga con uno scenografico quanto voluminoso abito Valentino Couture tutto di piume rosa confetto. L’hairstyling? Uno chignon dal mood rétro.

Related Stories