Editor’s Picks

Fiori e grafismi: le camicie da uomo si fanno notare

14 . 05 . 2018

Quando si dice camicia maschile, viene subito in mente l’immagine di un pezzo del guardaroba piuttosto serioso, spesso riservato a fare da complemento a giacca e pantaloni nell’uniforme tipica del completo da lavoro, in un bianco immacolato, nel celebre celeste Oxford o a righe sottili. Osservando le passerelle della Primavera Estate 2018, però, questo cliché viene spazzato via in un attimo per lasciare il posto a modelli tutt’altro che banali, soprattutto per quanto riguarda le stampe. Sono loro infatti le vere star della stagione. Fiori, grafismi e colori forti invadono modelli classici o dalle forme originali.

Come sulla passerella di Balenciaga dove camicie dalle fantasie astratte, dai pattern floreali rivisitati e dalle stampe hawaiiane si rendono protagoniste accanto a pantaloni patchwork. E le isole Hawaii sono fonte d’ispirazione anche per altri brand. DSquared2 porta in pedana una versione rivista e corretta del Marlon Brando nel film Il selvaggio che sfoggia con disinvoltura shirts stampate con le corolle e i paesaggi tipici dell’arcipelago americano, così come da N°21 fanno la loro comparsa corolle di tiarè e cartoline di surfisti.

E sono ancora i fiori a vincere nella collezione di Dries Van Noten, ma stavolta in una modalità decorativa effetto tappezzeria che predilige sfumature delicate e ricami preziosi. Guardano al passato anche Versace e Dolce & Gabbana con stampe dal fascino barocco che mettono insieme maschere e bassorilievi dell’Antica Grecia, grafismi optical, fiori iperrealisti, carte da gioco e animali esotici. Creando un meltin’pot estetico che strizza l’occhio a un Horror Vacui di epoche lontane.

Direzione opposta, infine, per Marni che reinventa la camicia componendo modelli asimmetrici e fantasiosi attraverso un patchwork naif di sicuro impatto.

Un post condiviso da Marni (@marni) in data:

Related Stories