Editor’s Picks

Look da sogno dalle sfilate Haute Couture AI 18-19

09 . 07 . 2018 di Redazione

La settimana dell’Alta Moda parigina ha ancora una volta affascinato il mondo con sfilate incantevoli ed emozionanti. Gli abiti dell’Autunno Inverno 2018-19 sembrano davvero usciti da una favola. Sono preziosi, armoniosi, principeschi ma allo stesso capaci di sorprendere perché portatori di una femminilità consapevole e ben definita, cosmopolita e dinamica, senza perdere niente di quella magia che caratterizza la Haute Couture.

Maria Grazia Chiuri è forse la stilista che meglio ha rappresentato questa ‘donna’ che vive a cavallo tra passato e presente. Nella sua collezione per Christian Dior rilegge i codici della maison puntando l’attenzione su sartorialità e forme sinuose, ma le rende più attuali attraverso tessuti fluidi e leggeri, enfatizzati da tonalità nude e trasparenze.

Anche Clare Waight Keller rende omaggio a Hubert de Givenchy, fondatore della casa di moda Givenchy, scomparso da pochi mesi, reinterpretando le sue celebri silhouette e il suo gusto sofisticato attraverso forti contrasti cromatici, complessi tagli asimmetrici e spettacolari giochi di texture tridimensionali.

Preziosismi che si ritrovano anche sulla passerella di Giambattista Valli, che fa indossare alla sua giovane musa ideale tubini corti di piume mixate a tweed, pantaloni a vita alta con top a fiocco, ma anche abiti di tulle decorati con ruche che mettono in mostra le gambe senza rinunciare allo strascico.

Celebra invece la bellezza di Parigi Karl Lagerfeld per Chanel portando in passerella una sfilata dalle mille nuance di grigio che fanno pensare ai tetti e ai palazzi della città francese, arricchite di applicazioni scintillanti. Naturalmente indossate dalla parigina per eccellenza che sa come trasformare con grande disinvoltura un completo di tweed in un outfit sensuale grazie a strategiche zip e tagli innovativi.

Da Armani Privé, invece, sono i contrasti tra luce e ombra ma anche tra bianco e nero, a farla da padrone per tagli sartoriali, quasi scultorei, che sfociano poi in abiti da gran sera a tutto colore, ricchi di strati e di piume.

E il colore abbinato a silhouette scenografiche si trova, infine, anche da Valentino. Pierpaolo Piccioli veste una donna ricca di charme e dallo stile assolutamente chic che non ha paura di indossare volumi importanti e tonalità saturate, poiché del tutto consapevole della propria bellezza. Regalando ancora una volta la sicurezza che l’Alta Moda sia legata a filo doppio con il sogno.

Un post condiviso da Valentino (@maisonvalentino) in data:

Related Stories