Editor’s Picks

La nuova moda Kids dietro i banchi di scuola

06 . 09 . 2018 di Redazione

Il nuovo anno inizia a settembre. A dispetto di qualsiasi veglione, con annessi countdown e fuochi d’artificio, il vero Capodanno è quello accademico. Se la lista dei libri è già stata prenotata e avete provveduto a quaderni, penne e diario, allora quello che manca è studiare il guardaroba del primo quadrimestre.

Chiara Ferragni Collection docet, con una proposta piena zeppa di felpe e t-shirt ‘ammiccanti’, con ai piedi scintillanti slip-on ricamate. Impeccabile il look di Jacadi, per piccoli lord e ‘mini first lady’ sui banchi di scuola: gonne a trapezio, bluse a righe, camicie jacquard e colletti sagomati si abbinano a maglie pastello, zaini con stampe di animali e scarpe bebè. Elegantissimo anche l’alunno Burberry, che ripensa all’estate con un pizzico di nostalgia, sfoggiando un cappotto in stile nautico su un pullover in cashmere, stivaletti da pioggia di gomma, blue jeans o gonne tartan. Ebbene sì, la stampa a quadri che ha reso iconici i tessuti scozzesi resta protagonista delle divise da scuola e per il tempo libero, come dimostrano le polo Sun68 e i piumini reversibili Vingino, da infilare in cortile durante l’intervallo.

Les Coyotes de Paris, invece, immagina giornate trascorse sui libri con casacche frou frou e pantaloni in principe di Galles. Decisamente più underground i brand Marcelo Burlon e MSGM, che vestono i piccoli millennials da capo a piedi con uno stile dai tratti inconfutabili. Per i più piccini il diktat è uno: comodi e chic. E questa è la filosofia degli outfit per gli under 6 di Zhoe & Tobiah e 1 + in the Family. Grande attenzione alla qualità, ai tessuti e alla praticità dei tagli, con picchi onirici solo sulle possibilità d’uso.

Gli studenti più casual trovano ristoro nelle sempreverdi proposte sportwear di Adidas, che aggiunge nuovi modelli, nuovi colori e nuove lavorazioni su tute e capi outdoor a tre strisce. Sì, perché il tempo passa, ma le sneakers (come quelle proposte da Diadora) restano le scarpe più comode per correre via appena suona la campanella…

We are loving
Related Stories