Mangiare sano, green e con gusto? A Roma si può
Un week end tra le meraviglie della Costiera Amalfitana
City Guide

Un weekend a Cagliari tra storia e natura selvaggia

11 . 06 . 2018 di Redazione
Mangiare sano, green e con gusto? A Roma si può
Un week end tra le meraviglie della Costiera Amalfitana

Una città in salita Cagliari, di pietra come la ‘scorza’ tipica del popolo sardo, dal piglio tenebroso ma dal grande cuore. E non potrebbe essere altrimenti per chi è abituato a trascorrere le sue giornate a metà tra mare cristallino e distese sterminate di campi aspri e brulli, una sintesi tra sogno e realtà che si concretizza in una delle atmosfere più seducenti del Mediterraneo. Il capoluogo sardo vanta una storia antica, che parte dalla preistoria e arriva fino a oggi con strati di colonizzazioni dei fenici, dei cartaginesi, romane, pisane, spagnole e piemontesi, e di questi scontri e incontri Cagliari conserva palazzi, chiese e opere d’arte dal fascino senza tempo.

Immaginando un itinerario storico per scoprire la città, la passeggiata ideale parte dal porto, da cui si può ammirare il Palazzo Civico, una struttura caratterizzata da elementi gotico-catalani e motivi Art Nouveau in calcare bianco. Percorrendo largo Carlo Felice ci si addentra nell’area della Marina, storico quartiere di pescatori commercianti. Da qui si sale, fino alla Cittadella dei Musei e il quartiere Castello, dove si respira l’aria più antica di Cagliari con attrazioni come il Palazzo Viceregio, la Cattedrale, il Palazzo dell’Università e la Torre dell’Elefante, mentre dalla terrazza Umberto I del Bastione di Saint Remy si può ammirare tutto lo splendore della città e la costa dall’alto. La domenica è possibile passeggiare tra le bancarelle del mercato. Se siete appassionati di shopping, i quartieri da setacciare sono quello della Marina ma soprattutto via Roma, dove Rinascente è il punto di riferimento per moda, design, food e non solo.

La cucina cagliaritana è ovviamente specchio della città e del popolo, risultato di influenze catalane e genovesi, con ricette come il mazzamurru, una zuppa di pane raffermo, il guisau (spezzatino) e la cassola (zuppa di pesce), oppure i malloreddus, degli gnocchetti fatti a mano, e la burrida, pescegatto marinato a tocchetti. Questi sono solo alcuni dei piatti tipici da gustare Al Porto, ristorante di pesce che propone specialità locali rivisitate. Per chi volesse invece rimanere fedele tradizioni locali, il ristorante Italia è un ex magazzino di sale, una delle location più antiche della città dove provare le migliori ricette locali.

L’elegante Villa Fanny è l’indirizzo da segnarsi per chi desidera pernottare in una raffinata residenza situata nel cuore di Cagliari, circondata da un elegante giardino dove indugiare a colazione. Ma il vero consiglio, una volta sviscerati i quartieri della città, è spostarsi più a Sud alla ricerca di spiagge incontaminate prima di approdare nell’atmosfera da sogno del Faro Capo-Spartivento, l’unico faro in Italia dedicato all’accoglienza dove immergersi nella natura incontaminata e vivere un’esperienza davvero unica.

Related Stories