Hamburger Gourmet
Sushi mania
Video

The sense of the city: Rinascente alla conquista della città eterna

18 . 10 . 2017 di Mariacristina Ferraioli
Hamburger Gourmet
Sushi mania

Ci sono voluti 11 anni di lavori e l’ausilio di alcuni dei più autorevoli architetti internazionali per creare il flagship store a Roma in via del Tritone. Un vero gioiello architettonico che, in controtendenza rispetto agli altri departement store internazionali, supera l’anonimato da tempio dello shopping tout court per entrare in sintonia perfetta con la città di Roma in un viaggio che cattura i sensi oltre che la mente.

VISTA

Un viaggio ascensionale che cattura lo sguardo, il primo dei cinque sensi ad essere coinvolto. Ad iniziare dalla facciata, anzi dalle due facciate, una su via del Tritone con tre ingressi, sette vetrine e 96 finestre e l’altra su via Due Macelli, progettate dall’architetto belga Vincent van Duysen che firma anche piano terra e primo piano. Per passare al cuore della struttura: il grande atrio-cavedio, visibile da tutti i piani, dalle linee rigorosamente geometriche che ricordano l’architettura razionalista del Colosseo Quadrato all’Eur. Sì perché Rinascente è un luogo pensato per accogliere tutti i romani e non solo i turisti del centro storico. Ma è all’ultimo piano, tra food market, ristoranti e lounge bar, che lo sguardo diventa magia nel momento in cui incontra la maestosità del panorama di Roma grazie alle due magnifiche terrazze con vista sui tetti e sui monumenti iconici della città eterna.

TATTO

Toccare. Tessuti pregiati, abiti impalpabili e raffinati, esclusivi prodotti beauty. Avere tutto a portata di mano, senza filtri né divisioni. Perché Rinascente è prima di tutto il tempio dello shopping esclusivo. Più di 800 marchi suddivisi su cinque piani, ognuno progettato da un architetto diverso. Cinque modi differenti di interpretare la moda ma con un unico comun denominatore: portare Roma all’interno dello store salvaguardando la sua storia.

OLFATTO

Roma e le sue piazze, con i suoi colori, i suoi mercati all’aperto e i negozi di fiori in ogni angolo di strada. È questa l’anima di Roma che Rinascente ha voluto salvaguardare e tutelare. Entrare nello store e sentirsi avvolti all’improvviso dalle magiche fragranze che si diffondono nell’esclusiva area beauty, e, dopo un attimo, avere l’impressione di passeggiare nuovamente per la città, sentire i suoi odori in una escalation che trova la sua più compiuta elaborazione nella food hall, affacciata sulle terrazze e firmata dallo studio Lifschutz Davidson Sandilands, che ha già completato la ristrutturazione dell’ultimo piano della Rinascente di Milano.

UDITO

Lo scrosciare dell’acqua. Un suono che arriva da un passato lontanissimo. Quello dell’Acquedotto Vergine inaugurato da Augusto nel 19 a.C. che costeggia un lato intero del department store. Ma anche quello della Fontana di Trevi, monumento simbolo di Roma, situato a pochi passi da Rinascente, che ha sempre scandito attraverso il rumore dell’acqua il ritmo di vita della città. Per scoprire la chicca che rende il nuovo store unico al mondo, basta scendere al piano -1: gli architetti Claudio Silvestrin e Giuliana Salmaso, infatti, hanno deciso di lasciare ben visibile oltre che percorribile il sito archeologico dell’Acquedotto Vergine. Questo piano accoglierà anche uno spazio espositivo per mostre ed eventi in linea con l’impegno culturale di Rinascente che favorisce e sostiene da sempre l’innovazione e la ricerca nel campo delle arti. Sempre a questo piano, sia l’illuminazione che l’acustica sono state studiate per accompagnare lo stato d’animo in diversi momenti della giornata, seguendo attraverso le luci e i suoni il cambiamento di atmosfera che accompagna il passaggio dal giorno alla sera.

GUSTO

Da quando è stato inaugurato, il food market della Rinascente di Milano è diventato una delle mete più amate dai turisti della città della moda. La Rinascente di Roma punta a doppiare il successo milanese. Il sesto piano è occupato da un food market esclusivo con il cibo più ricercato proveniente da ogni angolo del pianeta, lounge bar e quattro ristoranti: MadeITerraneo dello chef stellato Riccardo Di Giacinto, la Cantina Feudi di San Gregorio, Temakinho – specializzato nella cucina fusion nippo-brasiliana – e Vivi Bistrot con il nuovo Juice & Salad Bar Biologico. Proposte uniche, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.

Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è una curatrice indipendente. Ha lavorato presso il Dipartimento Curatoriale del Centre Pompidou di Parigi collaborando alla realizzazione della mostra Traces du Sacré e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della stessa mostra. È docente presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.
Related Stories