City Guide

6 mercatini di Natale da non perdere

01 . 12 . 2017 di Redazione

Che cosa sarebbe Natale senza i suoi mercatini, senza tutti quei segnali dolci e familiari, lì a dirci che finalmente quel momento sta arrivando? Atmosfera magica a parte, in questo periodo dell’anno essi diventano spesso e volentieri anche il luogo dove trovare il regalo più insolito o il dono più originale. Dunque, ecco per voi sei mercati di Natale tra i più belli e suggestivi d’Italia che non potete perdere.

Mercatino di Natale di San Leonardo in Passiria, Trentino Alto Adige

Se nell’immaginario comune il Tirolo è la patria per eccellenza del Natale e dei suoi migliori mercati, il piccolo mercatino di San Leonardo in Passiria è la sua perla più piccola e pregiata. Al riparo dai maggiori flussi del turismo natalizio, immerso tra le montagne dell’Alto Adige, regala scorci di rara cura e bellezza, come se il paesaggio intorno non fosse che l’ennesima magia di questo ‘Bianco Natal’.

Marché Vert Noël di Aosta, Valle d’Aosta

Ci si perde talmente tanto nell’atmosfera surreale e fuori dal tempo del Marché Vert Noël di Aosta, tra la magia degli antichi resti romani e quella del Natale. Questi mercatini, infatti, sono disposti tutti intorno al Teatro Romano, nel centro storico della città, dove ogni anno tra le antiche pietre si esibiscono più di 50 chalet con artigianato locale e eccellenze agroalimentari, valdostane e non. Insomma, dal 25 novembre al 7 gennaio ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le età.

Natale sul Lago di Viverone, Piemonte

Tra gli appuntamenti più magici dell’anno, c’è sicuramente il mercatino di Natale proprio sulle sponde del Lago di Viverone, in Piemonte. A differenza di altri, si tratta di un mercato di dimensioni molto ridotte, ideale per chi non ama le grandi fiere, ma non vuole comunque rinunciare a quella fantastica atmosfera incantata. Per un mese esatto, dal 24 novembre al 24 dicembre, 60 casette in legno sono la coereografia ideale di una sceneggiatura insolita, sempre più suggestiva, tutti i weekend da venerdì pomeriggio a domenica sera.

Natale nel cuore di una metropoli, Milano, Lombardia

Anche in una città che non si ferma mai come Milano, i mercatini di Natale rappresentano il momento per prendersi una pausa proprio in pieno centro, in Piazza Duomo. Da inizio dicembre in poi, per un mese circa, i banchetti che si susseguono in corso Vittorio Emanuele, illuminati tanto dagli addobbi e dalle decorazioni, quanto dalla Madonnina, sono l’occasione giusta per realizzare i desideri di tutti: oggetti originali di ogni tipo, dall’abbigliamento all’artigianato, ma anche prodotti alimentari di varie regioni d’Italia e del mondo. E a scandire il ritmo dei vostri passi, ci pensa la musica degli zampognari!

Luci d’Artista di Salerno, Campania

A destagionalizzare un turismo come quello della costa salernitana, ci voleva proprio un evento della portata di Luci d’Artista, che dal 2006 si rivela capace di attirare un numero incredibile di visitatori. Sarà perché oltre ai mercatini di Natale con prodotti alimentari e manufatti, le luci qui non sono mere luminarie, ma vere e proprie opere d’arte, realizzate da grandi professionisti del settore, in grado di lasciare grandi e piccini davvero a bocca aperta. Indiscutibile è l’immenso valore scenografico che veste questa città dal 3 novembre in poi fino a gennaio, ma ancor più prezioso e brillante è l’evidente e forte valore simbolico e concettuale di ogni installazione, ruota panoramica inclusa.

San Gregorio Armeno di Napoli, Campania

Sembra di essere in un film; invece è “solo” Natale a Napoli. Anche in occasione di questa festa, la città partenopea non nasconde la sua anima unica al mondo, in particolare in via San Gregorio Armeno, la celebre strada degli artigiani del presepe. Qui, infatti, durante il periodo delle festività natalizie, le tipiche botteghe artigiane preparano ed espongono presepi storici, insieme ad altri addobbi di Natale. Ma l’unicità di questa esperienza non sta tanto nei suoi mercatini, quanto nel fatto che un vicolo così piccolo e stretto sia dall’epoca dell’urbanistica greca il luogo più affollato e attraente di tutta la città durante il periodo natalizio, per napoletani e non.

Related Stories