Crociere d'inverno
City Guide

Roma: 5 ristoranti da provare

14 . 01 . 2018 di Redazione
Crociere d'inverno

Visitare Roma non è solo una meraviglia per gli occhi, ma un vero trionfo per il palato, grazie alla varietà di ricette della sua tradizione che rende questo tipo di cucina uno dei più apprezzati al mondo. Destreggiarsi tra le proposte culinarie della città non è semplice: spesso locali apparentemente molto semplici celano menù da mille e una notte. Ecco perché, anche per i romani veraci, è sempre utile seguire qualche consiglio.

 

Felice a Testaccio

Felice a Testaccio è ormai diventato una leggenda romana, così tanto da aver recentemente aperto anche un nuovo locale a Milano. Nello storico ristorante del ventesimo rione romano, aperto nel 1936, l’atmosfera non sembra essere cambiata, con servizio efficiente dal piglio teatrale e caciarone. Ed è proprio questo che rende l’esperienza ancora più indimenticabile, tra una risata e l’altra mentre il cameriere è intento nel rito della mescolata, quando i tonnarelli cacio e pepe sono a un passo dalla prima forchettata, estatica.

Osteria da Fortunata

Spostandoci nel cuore di Roma, all’angolo con Campo de’ Fiori, l’Osteria da Fortunata è un indirizzo da tenere ben presente anche per un late-late dinner. L’accoglienza è assicurata. All’ingresso due donne preparano la pasta fresca, ça va sans dire, come da tradizione. La produzione artigianale è l’asso nella manica dell’osteria, che rende i primi un vero capolavoro, come l’imperdibile amatriciana.

Da Armando al Pantheon

Come suggerisce il nome, Da Armando al Pantheon si trova a pochi metri dal famoso tempio eretto da Agrippa, tra splendidi palazzi storici, nel centro nevralgico della vita politica e turistica romana. Proprio per questo il ristorante è frequentato dalla clientela più varia delle categorie citate, ma di sicuro è una meta imprescindibile per tutti gli amanti del gusto. Lasciando solo per un attimo in disparte la lista dei primi, Da Armando si distingue forse ancora di più per le proposte di secondi, che onorano la tradizione con fedeltà pregevole, come nel caso dei saltimbocca alla romana o del bollito alla picchiapò.

Sora Lella

In cerca di tradizione, ma anche di nuovi sapori, Sora Lella è il locale storico sull’isola Tiberina un tempo appartenuto alla celebre Elena Fabrizi, detta appunto Sora Lella. Il segreto del successo della gestione di terza generazione consiste nel saper apportare quel tocco di leggerezza alla classica cucina romana, senza mai penalizzare il sapore. La costante ricerca di ottime materie prime locali veicola questa missione generazionale, che permette a un locale intramontabile come Sora Lella di riproporsi anche oggi con un mix di ricette tra l’antico e il moderno che conquistano proprio tutti.

San Gregorio in Rinascente - Via del Tritone

Infine un nuovo indirizzo: San Gregorio si trova nella food hall di Rinascente in via del Tritone, da poco inaugurato. Un angolo gourmet in chiave tradizionale dove prendersi una pausa dallo shopping. Qui specialità romane e della penisola sono proposte in abbinamento alle etichette irpine Feudi di San Gregorio, in grado di esaltare le ricette più veraci. L’ambiente è quello di un bistrot-bottega raffinato, con le eccellenze della gastronomia romana e campana a vista, “incorniciate” in vetrine: è impossibile andarsene senza un nuovo pacchetto da portare a casa!

Related Stories